5 pagine da avere nel Bullet Journal

Per te appassionata come me del bullet journal e che cerchi sempre idee nuove da sperimentare (a parte quelle di base spiegate qua) eccoti 5 pagine da avere nel Bullet Journal!

Giusto così, perché provare idee nuove non fa mai male.

Crea una nuova abitudine

Alcune di voi avranno probabilmente l’habit tracker nel bullet journal (si sai, quello con 20-30 abitudini da tracciare contemporaneamente!), ma spero non lo stiate utilizzando per creare abitudini dal nulla perché quello non è decisamente adatto!

Creare una nuova abitudine è complicato e richiede un po’ di sforzo. Per questo consiglio sempre di non tentare di crearne MAI più di una contemporaneamente.

La nuova abitudine va progettata con cura e con attenzione, per questo farci una pagina dedicata sul bullet journal è un’ottima idea!

Per avere più informazioni su come creare questa pagina e come progettare la tua nuova abitudine ho scritto un post molto più approfondito qua!

Libri da leggere

Se c’è una cosa che mi fa sentire un fallimento assoluto è rendermi conto di quanti libri ci sono sullo scaffale che non ho letto. E che stanno lì da anni. E che magari sono libri di quelli DI BASE che ti vergogni a dire in giro che non hai mai letto per non fare la figura dell’ignorante!

Ehm. La mia lista contiene titoli abbastanza vergognosi effettivamente. Mi rassicura Calvino qua nel suo articolo sui classici e sul fatto che si, un po’ tutti diciamo ‘sto rileggendo’ un libro famoso quando in realtà non è vero.

“Il prefisso iterativo davanti al verbo «leggere» può essere una piccola ipocrisia da parte di quanti si vergognano d’ammettere di non aver letto un libro famoso. Per rassicurarli basterà osservare che per vaste che possano essere le letture «di formazione» d’un individuo, resta sempre un numero enorme d’opere fondamentali che uno non ha letto.
“Chi ha letto tutto Erodoto e tutto Tucidide alzi la mano. E Saint-Simon?”

Grazie Italo tu si che mi fai sentire una persona ben istruita. Ok, mi sento meglio a non aver letto Delitto e castigo. Perché tanto ci sono un’infinità di libri su cui sono ancora più ignorante. Thanks.

Vabbè torniamo a noi e alle nostre pagine da avere nel Bullet Journal.

Propongo una bella lista di questi libri! Le liste sono sempre un incentivo in più! Perché la voglia di cancellare cose dalla lista è più forte di me.

In alternativa puoi anche fare una pagina con i libri letti in questo anno! Questa lista invece che invogliarti a leggerne di più ti darebbe soddisfazione per un lavoro ben fatto. Che non è da sottovalutare come cosa.

Salvadanaio budget

Stai tentando di mettere da parte i soldi per qualcosa? Un viaggio? La macchina nuova? Qualcosa per premiarti e tirarti su di morale? Potresti tracciare i progressi del tuo salvadanaio sul bullet journal!
In giro per i social trovi veramente una miriade di idee divertenti e ispiranti. Oltretutto lasciamelo dire: per una pagina di questo genere che richiede veramente tanto sforzo nella vita (ugh, risparmiare soldi è sempre infinitamente più difficile di spendere soldi) avere una pagina bella e carina potrebbe darti quella marcia in più per convincerti a completarlo.

C’è bisogno? No. Se la tua pagina non è carina e supercalligrafata con i tombow (belli però eh) è efficiente ugualmente. Ma anche l’estetica ha una sua funzione. E quella funzione è quella di ispirare e mantenere quell’ispirazione con il passare del tempo (ne parlo in questo post).

Quindi puoi farne anche uno grafico!

E non bisogna essere particolarmente bravi a disegnare per farne uno così, bastano dei quadratini!

Imposta i quadretti della pagina come se fossero delle unità di misura per i soldi messi da parte.

Un mattoncino è uguale a 200€, 9 mattoncini sono 1800€. Semplice no? Ma hey! se 200€ per te sono troppi e non riuscirai mai a recuperarli dal budget mensile puoi benissimo mettere una cifra bassa. 10€? 5€? Ogni Euro vale e sicuramente ti da’ una mano sul lungo andare!

 

E’ geometria questa. Basta un righello e seguire i quadretti della pagina.

Non devono neanche essere per forza quadretti, se hai un bullet journal a righe puoi usare le righe per riempire una qualche ‘immagine’.

UGH non potete capire quanto ho sofferto a fare questo mockup. No, non sto mettendo soldi da parte per un viaggio in Giappone, se avessi quei soldi da parte purtroppo dovrei metterli in un fondo ‘sicurezza’ (ah, la bella vita del libero professionista che non sa mai quando arriverà il prossimo pagamento) ma è una pagina fatta apposta per questo blog e per mostrarvi il concetto.

E ok, io faccio la disegnatrice quindi una cosa del genere la posso fare a mano e non ho problemi, ma non è difficile fare una cosa simile anche per chi non sa disegnare.

Prendi una mappa stampata della dimensione del tuo foglio e mettiti alla finestra a ricalcarla sul tuo bullet journal.

Usa la finestra come se fosse un tavolo luminoso in modo che la luce passi attraverso e tu riesca a vedere la mappa in trasparenza. Per ricalcarla non troppo comodamente. Si, è scomodissimo ricalcare le cose alla finestra, infatti consiglio di scegliere mappe SUPERSEMPLICI. E di usare lo scotch di carta (quello giallo per intenderci, oppure quello trasparente opaco che non strappa i fogli) per tenere il tutto fermo per quei 10 minuti in cui devi ricalcare.

Proponimenti

Avere una pagina con i proponimenti nella vita ha senso. Non dovrebbero essere obiettivi da raggiungere e per quello conviene avere una pagina a parte. Anche perché gli obiettivi sono finiti. Nel senso che ad un certo punto, si spera, li raggiungerai e dovrai crearne di altri.

I proponimenti invece sono comportamenti che vorresti continuare a seguire, una sorta di comandamenti personali.

Io devo forzarmi a uscire con gli amici ad esempio perché ho la tendenza a isolarmi molto socialmente, come sono anche estremamente timida nel propormi sul lavoro. Mi aspetto spesso che le opportunità cadano dal cielo (cosa che ovviamente non succede. Eh). Sono cose su cui devo lavorare e che richiedono un lavoro e uno sforzo da parte mia.

Quali aspetti della tua vita dovresti migliorare? Cosa ti risulta difficile ma vale la pena di affrontare?

Idee regalo per amici e parenti

Ammissione: io sono una di quelle persone che odia pensare ai regali. Come paragone: preferisco andare dal dentista.

Ma ogni tanto, una volta ogni morte di papa mi viene qualche idea brillante per un regalo che è proprio perfetto per quella persona. Credo sia una cosa che viene a tutti: quell’unico momento di genialità nel pensare a un regalo.

Ho cominciato una lista di regali possibili per le persone che stanno accanto a me perché capita che a luglio mi venga in mente un regalo di natale perfetto per mio fratello. E chi se lo ricorda poi fino a Dicembre???

Io la lista personalmente la tengo su Evernote, e questo è un altro mockup fatto apposta per questo post, ma è un’ottima idea da mettere sul tuo bujo.

Wow che titoletti eh. Sto divertendomi a imparare un po’ di calligrafia moderna coi pennarelli.

Mi ha salvato più di una volta questa lista. E ha reso i miei natali leggermente meno pieni di ansia.

Spero di averti dato qualche idea e qualche spunto per nuove pagine e per divertirti un po’ di più con il tuo bullet journal!

La libreria di risorse gratuite di QuasiOrganizzata

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *