12 idee per regali che non creano clutter

Da persona che ama avere poche cose dentro casa (Hey Marie Kondo ti amo) i regali per me sono un cruccio. Da una parte mi sta antipatico farli perché sento sempre di fare regali che andranno a morire in un angolo dell’armadio e di creare più problemi al prossimo di quanto non vorrei, dall’altra odio riceverli perché finiscono per occuparmi spazio in casa (e poi finiscono in un angolo dell’armadio).

So che molti di voi hanno problemi a far capire ai propri cari che non vogliono regali ‘fisici’, appunto per lo stesso motivo per cui non li voglio io, potete inoltrare il link di questo post per dargli idee! 😛

Tornando a noi e alla nostra lista di regali che non creano clutter.

Vi propongo una serie di idee regalo che non occupano spazio, adatti a una vita di minimalismo e declutter che faranno comunque la felicità di qualcuno.

Esperienze

Teatro, musei, concerti, serate

  • Una delle cose che mi piace più regalare e ricevere sono biglietti di teatro/concerti rock/balletto/opera/spettacoli comici. E in generale è anche un ottimo tipo di regalo per molte persone.
  • Anche i cinema hanno delle carte prepagate o i blocchetti di biglietti
  • A natale…. Biglietti per lo schiaccianoci? Di più natalizio dello schiaccianoci esiste solo Die Hard. (e il dvd di die hard crea clutter, quindi no. non va bene)
  • Abbonamenti a musei (sono una cosa che esiste! Sopratutto se sono musei che fanno parecchie mostre diverse durante l’arco dell’anno)

Lezioni e corsi

Buoni per una lezione o un corso nella vostra zona. Spesso ci sono piccoli workshop da una giornata che non creano grossi impegni per la persona a cui state facendo il regalo e sicuramente è una cosa divertente da fare. Qui si può andare per la direzione “utile”, per la direzione “dici di volerlo imparare da tanto tempo, ecco l’occasione!” e per la direzione “inutile ma divertente” nella scelta del corso.

  • Lezioni prepagate di yoga o altre discipline in palestra
  • Lezioni di lingua?
  • Abbonamento di un mese in palestra
  • Workshop artistici come corsi di fotografia o di calligrafia o altre cose carine che possono essere l’ideale per amici dall’animo artistico
  • Un corso di cucina? Esistono quei brevissimi workshop da una serata singola che funzionano perfettamente come regalo.

Allo stesso modo potete anche regalare dei corsi online, che le persone si possono seguire con le proprie tempistiche. Ce ne sono di tutti i tipi su internet se vi mettete a cercare! Purtroppo quelli più carini e ben fatti che riesco a trovare sono sempre in inglese ma per molte persone probabilmente non è un problema.

Cose da fare insieme

Con gli amici si può scegliere di sostituire il regalo con una esperienza da fare insieme. Una di quelle cose che altrimenti non fareste nella vita di tutti i giorni. Manca l’elemento sorpresa ma ha il lato positivo che si decide di fare insieme una cosa che piace a tutte le persone coinvolte.

Quest’anno con le mie migliori amiche abbiamo deciso di inoltrare il budget che di solito spendiamo per i regali in una cena in un ristorante figo che altrimenti non ci saremmo mai potute permettere. Ci faremo una serata insieme, mangiando cibo gourmet e vino di ottima qualità e ognuno pagherà per se con i soldi che sarebbero stati devoluti ai regali. Ce la saremmo fatta comunque una cena natalizia insieme se ci fossimo fatte il regalo ma probabilmente avremmo comprato una bottiglia di vino al supermercato e del sushi a portar via. Insomma, quello che facciamo durante il resto dell’anno, e per una volta ci andava di viziarci l’un l’altra!

Altre idee per cose da mettersi d’accordo da fare insieme:

  • Una giornata a una Spa o alle terme
  • Una degustazione di vini
  • Visite guidate da qualche parte. Ad esempio a Roma se cercate cose lontane dai tracciati per i turisti ci sono le visite di Roma Sparita (o i musei vaticani in notturna!)
  • in generale tutto quello che ho messo negli elenchi precedenti si può decidere di fare insieme e ognuno paga per se.

Offri il tuo tempo

Una cosa che ho trovato adorabile in giro ultimamente sono i coupon di regali di “piccole gesta”.

“Buono per una serata di baby-sitter da parte mia” o più romantico “Buono per un massaggio” o “Buono per una cena a lume di candela”, a seconda della persona a cui lo regali.

“Buono per una maratona di una serie tv a tua scelta insieme”.

Scritto in modo carino e grazioso su una bella carta fa anche la sua figura.

 

Io nel mio negozio di printables in inglese ne ho da stampare, ma sono appunto, in inglese. Ma se vi va eccoli: Per la mamma. Per la migliore amica.

  • Ottima idea sarebbe anche offrire lezioni su qualcosa che sapete fare voi! Ad esempio lezioni di Facebook e social media per qualche parente che non è proprio super-digitale

Consumabili

Ovvero quelle cose che creano clutter solo per pochi giorni.

Sono una grande sostenitrice del regalare cibo & bevande. In qualunque occasione. Certo, bisogna anche vedere che tipo di persona le riceve. Ci sono alcune persone nella mia vita che so che apprezzano tantissimo una bottiglia di vino seria come regalo di natale o compleanno. Altri che la vedrebbero come una “poracciata” anche se su quella bottiglia c’ho speso 50€ perché magari è un supertuscan divino. Dipende dalla persona. ecco.

Però ci sono cose che secondo me se non sei della zona in cui viene prodotta (in quel caso potrebbero essere cibi che entrano nel frigorifero giornalmente) si comprano solo per occasioni speciali. E tutte le cose da occasioni speciali sono una buona idea come regalo secondo me.

  • Una bottiglietta di aceto balsamico tradizionale di modena. Quello vero.
  • Una bella bottiglia di liquore buono o fatto a mano. Grappa, limoncello… L’importante è che non siano di quelli che trovi al supermercato
  • Cioccolato di Modica
  • Cioccolato dei frati trappisti Il loro cioccolato al latte con le nocciole è la cosa più divina che io abbia mai assaggiato. Punto. Niente mai arriverà a qui livelli per me. In vendita online qua
  • Qualche bel formaggio particolare?
  • Una bottarga intera. yeah.

Card

Il problema delle card è che di solito non sono carinissime da guardare. Ma sono sempre meravigliosamente benvenute. Se trovate una busta carina in cui incartarle sicuramente è meglio. O dei biglietti d’auguri belli

  • Card di Netflix? Spotify? Apple store? Amazon prime? (*)
  • Per gli amanti dei videogiochi puoi fare una card su Steam o sul Playstation store (che mi pare vendono anche nei supermercati, ma richiede che la persona a cui fate il regalo abbia una play station. Assicuratevene!)
  • Per gli adolescenti: ho visto che nei supermercati vendono delle carte di credito con un tot di denaro sopra. Visa o mastercard. Che funzionano esattamente come carte di credito (che puoi usare online) ma sono usa e getta. Un po’ meno diretto del regalare direttamente soldi e ci possono comprare le cose online.

Letture digitali

Al di là delle card di negozi online per comprare gli ebook si possono regalare anche abbonamenti a riviste e giornali digitali. Ormai quasi tutti i quotidiani hanno la versione pdf da scaricare, e ormai sono tantissime le riviste che offrono la versione digitale dei loro prodotti cartacei.

Regali solidali

Qui si può andare in due direzioni: Fare una donazione a una onlus a nome di qualcuno oppure dare una sorta di “buono” e dire “Scegli una onlus al quale donare del denaro e lo facciamo insieme!”.

Puoi donare ad associazioni più conosciute come Save The Children e Medici senza Frontiere (scelte assolutamente fantastiche) ma ci sono anche alcune opzioni meno trafficate:

  • Microcredito con Kiva. Il microcredito non è proprio una donazione, ma è un prestito a minuscole realtà in luoghi dove è difficile e praticamente impossibile ottenere prestiti bancari. Kiva è un sito che si mette in contatto con varie agenzie nel terzo mondo e sono abbastanza trasparenti con praticamente tutto quello che riguarda tassi d’interesse, situazioni economiche, pericoli sociali etc etc. Tu vai sul sito e cerchi qualcuno a cui vuoi prestare soldi. Magari qualcuno che in Kenya ha bisogno di un prestito per comprare una capra. Tu gli presti 25$ e nel giro di un po’ di mesi ti ritornano nell’account. Al che puoi scegliere se ritirarli o prestarli di nuovo a qualcun altro. (Se ben ricordo quelli prestati attraverso le gift card non possono essere ritirati, ma solo prestati di nuovo.)
  • Cerca un centro antiviolenza nella tua zona e chiedi come puoi aiutare!
  • La Casa dei diritti sociali organizza molte opere direttamente sul territorio, come scuole di italiano per stranieri, sostegno di vittime di abusi e sfruttamento e reinserimento di vittime di tratta sessuale. Fanno cose buone e giuste.
  • Regala un albero Pianta alberi nella foresta della Sila.

Artigianato responsabile

Questo un po’ di clutter lo crea ma può comunque rientrare nello stile di vita intenzionale e minimalista.
Le cose artigianali fatte a mano tendono ad essere uniche e originali, tendono ad essere fatte con passione da qualche persona che ci dedica tempo e amore. E non in fabbriche del terzo mondo dove le persone vengono sfruttate per turni incredibilmente lunghi e pagati una miseria.

In questo modo sostieni piccole realtà, piccoli artisti, gente che è felice di avere un tuo ordine. L’acquisto artigiano è consapevole e da’ dignità sia al regalo che al lavoro.

Il posto migliore dove comprare artigiano è alle fiere di artigianato che stanno un po’ ovunque in Italia (basta cercare su google ‘fiera artigianato’ + città dove vivete).

Oppure potete cercare su Instagram hashtags come #artigianatoitaliano #fattoamano per trovare piccoli artisti che mettono in mostra i loro prodotti.

Ma il posto migliore dove trovare DI TUTTO è senz’altro etsy.

Un consiglio: Mettete il filtro per zona.

Una volta fatta la ricerca sulla sinistra troverete la sezione “ubicazione del negozio”. Selezionate “personalizzato” e digitate “italia”. Così sarete sicuri che il pacco arriverà un po’ più velocemente senza passare per dogane e darete soldi meritati a piccoli artisti italiani.

O potete anche filtrare per altre zone del mondo se volete l’artigianato di qualche zona particolare. Ricordatevi solo che fuori l’unione europea (potete anche filtrare per ‘unione europea’ comunque) ci sono le dogane e che nel periodo natalizio sono sempre LENTISSIME e potrebbero non arrivare per tempo.

Alcuni esempi:

  • WINK WINK PUBBLICITA’ NON-PROPRIO-OCCULTA (hey, faccio tanto lavoro per mettere cose gratuite su questo blog! lol spero mi perdoniate per qualche pubblicità azzardata qua e la’!) le mie sciarpe di seta dipinte a mano sono un bel regalo

Foto di famiglia ben presentate

Anche questo crea un pochino di clutter ma quanto possono essere apprezzati come regali…!

Negli ultimi 15 anni si è passati alla fotografia digitale e le foto su carta non sono una cosa comune come qualche anno fa. Ed è per questo che ormai è un regalo inaspettato.

Un paio di anni fa ho avuto l’idea di mettermi a fare uno di quei fotolibri (*) ed è stato in assoluto il regalo più apprezzato di quel natale. Un po’ perché avevo dedicato parecchio tempo a fare una selezione di foto che fosse non troppo seria. Ho dato poca importanza alla qualità in se’ della foto e alle pose artificiose. Ma ho applicato lo stesso metodo konmari, facendomi la domanda: “Mi dà gioia?” Il risultato è un insieme di foto felice, che è sempre un piacere sfogliare, con ogni tanto foto che mia mamma commenta con un “oddio perché hai messo questa foto come sto male!!” Però ridendo, perché alla fin fine la foto è divertente.

L’anno dopo mia madre mi ha chiesto di farne uno per il resto della famiglia, e ci ho messo tutti i nonni, i cugini, le zie e ne abbiamo fatto stampare uno in molte copie da regalare a tutti. In mezzo a quelle credo ci fossero anche selfie dei miei cugini, per farvi capire la serietà di foto che c’è dentro. Ma è stato apprezzato infinitamente di più di quello che avrei potuto fare con foto serie.

“Oh senti ma se quest’anno non ci facciamo il regalo?”

Che comunque è sempre un’ottima opzione.

State però attenti alla persona con cui ve lo dite. Ci sono persone che dicono “sisi certo! niente regalo!!!” e poi te lo fanno comunque perché gli sembra brutto.

E voi rimanete come un salame perché voi invece avete seguito le disposizioni e al regalo non ci avete pensato.

UGH.

Spero di avervi dato qualche idea.

Alla prossima!

 

 

(*) Link affiliati!

La libreria di risorse gratuite di QuasiOrganizzata

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Complimenti per l’articolo, davvero una miniera di idee per tutte le tasche.
    Meno male che ogni tanto ti vengo a cercare, quasi organizzata, perché i sono iscritta alla tua news letter ma non trovo mai nulla di te nella mail.
    Pensa che ti ho trovato la prima volta un paio di mesi fa, quando persi la mia agenda: ero quasi disperata e cercavo non so bene cosa per risolvere il problema. Poi ho trovato il tuo blog con l’idea del bullet journal: non eri certo l’unica a proporlo, ma il tuo l’ho trovato il più semplice e chiaro.
    Continuerò senz’altro a seguirti.
    Auguri! MG

    • Hey Maria Grazia! 😀 sono contenta di essere utile!
      (Non riesco a immaginarmi di perdere l’agenda, ti giuro credo sia la cosa potenzialmente più allucinante che potrebbe succedere nella mia vita lavorativa. UGH.)

      Oddio forse finiscono nello spam? Aggiungi il mio indirizzo alla rubrica, dovrebbe evitare di mandare la mail nello spam così. martina(chiocciola)quasiorganizzata.it
      Comunque per questo post non l’ho mandata ancora la mailing list (l’ho pubblicato ieri in serata), principalmente perchè si sono iscritti in tantissimi e ho finito il trial gratuito del servizio che utilizzo per le mail (SIETE TANTISSIMI AIUTO! che WOW! comunque è una bella cosa e mi fa piacere.) e devo cominciare a pagarlo, e questo blog sta cominciando a costicchiare! aiuto! Devo capire cosa voglio fare adesso, non ho intenzione di farci soldi, ma vorrei per lo meno rientrarci delle spese tecniche (server + mailing list! :P), comunque la mia intenzione è ricominciare a mandare mail il prima possibile.